PREMIO GIORNALISTICO "LUIGI BARZINI"
A TIZIANO TERZANI



Chi era. Luigi Barzini, nato ad Orvieto nel 1874, lasciò la sua città nel 1898 e poco dopo cominciò a raccontare i piccoli e grandi fatti del mondo. "Alcuni suoi reportages, come quello sul terremoto di Messina, sul raid automobilistico Pechino-Parigi e sulla guerra russo-giapponese, sono dei classici del giornalismo viaggiante, anzi del giornalismo senza qualifiche - scrive Ugo Stille - esemplari di una professionalità assai brillante. Di se stesso era solito dire che era diventato giornalista per caso e in modo strano e inaspettato. Lui che "era nato il più grande giornalista viaggiante" e che per primo applicò l'arte letteraria ai grandi avvenimenti del mondo. Il Premio. Il Premio giornalistico "Luigi Barzini" viene istituito nel 1990 nella città di Orvieto. Per capire la prestigiosità del premio basta scorrere l'Albo d'oro: Demetrio Volcic, Indro Montanelli, Enzo Biagi, Arrigo Levi, Igor Man... ecc. 1997, Terzani premiato. Il 31 maggio 1997 a Tiziano Terzani viene conferito il Premio giornalistico "Luigi Barzini" con la seguente motivazione: "Dalla fine degli anni sessanta Tiziano Terzani ha iniziato un viaggio al servizio dell'informazione. Con grande competenza e preparazione, ha rinnovato la tradizione dell'Inviato Speciale con la sua testimonianza diretta dai luoghi che hanno fatto la storia del mondo. Dalla guerra del Vietnam alla Cambogia, dalla Cina al fiume Amur, Terzani ha raccontato con coraggio le contraddizioni e i drammi di un continente spesso impenetrabile come l'Asia. E si è conquistato una stima internazionale che ha alimentato dalle colonne del Giorno, del Corriere della Sera e di Der Spiegel. Nelle sue corrispondenze, la capacità di osservazione si accompagna al respiro di una riflessione che si è naturalmente trasferita nelle pagine dei libri, in una costante e coerente missione di verità." (informazioni tratte dal sito del Comune di Orvieto: http://www.comune.orvieto.tr.it )